Diffondiamo informazioni sulla Sicurezza sul Lavoro.

Finanziamenti e agevolazioni

MODULO DI DOMANDA RIDUZIONE TASSO INAIL ANNO 2020 - 03/10/19

Sono disponibili sul portale, nella sezione della modulistica Moduli e modelli - Assicurazione - Premio Assicurativo, il nuovo modello OT23 da utilizzare per le domande di riduzione del tasso medio per prevenzione e la relativa guida per la compilazione.
Il modulo riguarda le istanze che saranno inoltrate nell'anno 2020 per gli interventi migliorativi adottati dalle aziende nel 2019.

L’art. 23 delle Modalità per l’applicazione delle Tariffe, approvate con decreto interministeriale del 27.02.2019, prevede una riduzione del tasso medio di tariffa per le aziende che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia.

Per accedere alla riduzione, l’azienda deve presentare un’apposita istanza (Modulo per la riduzione del tasso medio per prevenzione), esclusivamente in modalità telematica, attraverso la sezione Servizi Online presente sul sito www.inail.it, entro il termine del 29 febbraio 2020, unitamente alla documentazione probante richiesta dall’Istituto.

L’azienda può chiedere la riduzione qualunque sia l’anzianità dell’attività aziendale, anche nel primo biennio di attività della posizione assicurativa territoriale (PAT).

L'elenco degli interventi è disponibile nel modello che si può consultare CLICCANDO QUI.

Per poter ricevere la riduzione l'azienda deve dichiarare che sono rispettate le disposizioni in materia di prevenzione infortuni e di igiene nei luoghi di lavoro.

Contattateci per una consulenza gratuita e per pianificare gli interventi aggiuntivi.

sicurezza@formazionearmonia.com - 3349671275

INCENTIVI MANIFATTURA - 15/09/19

 Contributi fino a € 150.000 per le PMI del settore manifatturiero e artigiano. Il Bando finanzia progetti volti ad ammodernare i macchinari e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale anche attraverso lo sviluppo di business digitali.
Il contributo è a fondo perduto, pari al 30% dell’ammontare delle spese ammissibili:
- limite massimo di € 150.000,00, spesa rendicontata ammissibile pari ad € 500.000,00;
- imite minimo di € 18.000,00, spesa rendicontata ammissibile pari ad € 60.000,00.
 
Spesa minima investimento: € 60.000,00.

Investimenti ammessi:
- Macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche;
- Brevetti e know-how concernenti nuove tecnologie;
- Consulenze specialistiche (logistica, marketing, contrattualistica, etc.);
- Spese per il rilascio delle certificazioni;
- Premi versati per garanzie fornite da istituti finanziari (fideiussione anticipazione di contributo).

 

Presentazione della domanda:
- Dal 9 luglio 2019: "Progetti Industria 4.0 "acquisto di macchinari, impianti e hardware tecnologici;
- Dal 18 luglio 2019: "Progetti NON rispondenti al modello Industria 4.0”

 

Scopri tutti i BANDI IN USCITA OTTOBRE, NOVEMBRE, DICEMBRE​

Per info e supporto: 334 9671275

SISMA BONUS - 15/10/18

Si tratta di un'agevolazione inserita nel testo della legge di Bilancio 2017 che prevede la possibilità di usufruire di un'importante detrazione fiscale sugli interventi di adeguamento sismico delle abitazioni, prime e seconde case, edifici produttivi e parti condominiali. Si attiva per gli interventi strutturali effettuati dal 01/01/17 al 31/12/21 che permettono di conseguire un miglioramento sismico dell'edificio.

La sicurezza di un edificio si può determinare avvalendosi di un tecnico che a seguito di un'approfondita diagnosi dell'immobile ne determina la classe di rischio sismico: dalla A+ (rischio minore) alla G (rischio maggiore).

A disposizione per una visita tecnica informativa.

RIDUZIONE TASSO MEDIO INAIL PER IL 2019: IL MODELLO OT24 - 05/09/18

Pubblichiamo il nuovo modello per la presentazione delle domande per la riduzione del tasso medio di tariffa, promosso da INAIL, in relazione a interventi effettuati per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro dopo il primo biennio di attività.

Il nuovo modello potrà essere utilizzato nella sessione del 2019, in relazione agli interventi adottati dalle aziende nel 2018.

Gli adempimenti richiesti da INAIL e la documentazione ritenuta probante che occorre allegare alla presentazione della domanda sono sempre più impegnativi e richiedono una programmazione accurata.

Per quanto sopra Vi preghiamo di valutare fin da ora gli adempimenti da adottare per raggiungere il punteggio minimo di ammissione alla riduzione.
Restiamo a vostra disposizione per eventuali chiarimenti o per una consulenza approfondita al fine di individuare gli adempimenti che più si adattano alla vostra realtà.

Consulta il modello OT24 2019.

RIDUZIONE TASSO MEDIO INAIL PER IL 2019: IL MODELLO OT24 - 28/08/18

L’art. 24 delle Modalità per l’applicazione delle Tariffe emanate con d.m. 12.12.2000, come modificato, da ultimo, dal d.m. del 3.3.2015, prevede l’applicazione da parte dell’Inail di una riduzione del tasso medio di tariffa alle aziende che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia.
L’Inail predefinisce gli interventi che sono considerati validi ai fini della concessione del beneficio in ragione della loro valenza prevenzionale e, per ciascun intervento, individua la documentazione probante l’attuazione degli stessi.
Per accedere alla riduzione, l’azienda che ha realizzato tali interventi migliorativi deve presentare un’apposita istanza (Modulo OT24), esclusivamente in modalità telematica, attraverso la sezione Servizi Online presente sul sito www.inail.it, entro il termine del 28 febbraio 2019, unitamente alla documentazione probante richiesta dall’Istituto.

Abbiamo selezionato per voi gli interventi che possiamo pianificare con facilità, per poter accedere alla riduzione del premio INAIL:
- sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato BS OHSAS 18001:07 o UNI ISO 45001:18 o modello organizzativo e gestionale
- riunione periodica di cui all’art.35
- raccolta e analisi dei quasi infortuni
- verifica dell’efficacia della formazione
- programmi volti all’educazione di migliori stili di vita (prevenzione uso sostanze e alcol)
- programma di promozione della salute osteoarticolare e muscolare
- corsi integrativi di lingua italiana per lavoratori stranieri
- corso teorico-pratico di guida sicura
- interventi per la prevenzione del rischio meccanico, rumore, stradale, in quota, polveri
- elaborazione piano per la gestione dell’emergenza in caso di incendio e prova di evacuazione

PROSSIMA SCADENZA BANDO ISI INAIL 2017 - 10/05/18

 

BANDI ED AGEVOLAZIONI: Contributi a fondo perduto fino al 65% per massimo 130 mila euro.

PROGETTI FINANZIABILI:

- Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.
- Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi.
- Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.
- Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.
- Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.


PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

dalle ore 09:00 del 19 aprile 2018 alle ore 18:00 del 31 maggio 2018.

Per saperne di più.

15/2/18: BANDO ISI INAIL 2017

L'INAIL finanzia in conto capitale le spese sostenute dalle imprese per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale o per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. In totale lo stanziamento destinato alla Regione Veneto ammonta a 21.716.473 € ed è destinato a finanziare:

1)   progetti di investimento mirati alla riduzione di specifici fattori di  rischio;

2)   progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale come SGSL certificati);

3)   progetti per la riduzione del rischio da Movimentazione Manuale dei Carichi

4)   progetti per la bonifica da materiali contenenti amianto;

5)   progetti per micro e piccole imprese

6)   progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore agricolo

Per accedere al finanziamento sono previste le seguenti fasi:

- Prima fase: dal 19 aprile 2018 fino alle ore 18 del 31 maggio  2018:richiesta delle credenziali di accesso dalla sezione “Accedi ai servizi online” del sito Inail e compilazione della domanda.

- Seconda fase: dal 7 giugno 2018 potranno accedere alla procedura le imprese che:

hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista (120 punti);

hanno salvato definitivamente la propria domanda effettuandone la registrazione

- Terza fase: click-day che verrà comunicato dopo il 7 giugno. Le imprese potranno inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al finanziamento, utilizzando il codice identificativo attribuito.

Il contributo, a fondo perduto, è pari al 65% dell’investimento, per un massimo di € 130.000 e di € 50.000 per piccole imprese, e verrà erogato fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto.

APPROFONDISCI E CHIEDICI UN PARERE

RIMBORSI 50% SUI SERVIZI SICUREZZA SUL LAVORO 20/12/17

Sei iscritto all'EBVF, Ente Bilaterale Veneto e Friuli Venezia Giulia? Gestiamo e compiliamo tutta la documentazione per avere il rimborso del 50% sulla formazione, valutazione dei rischi e sorveglianza sanitaria!

- Rimborso al 50% di qualunque tipo di corso di formazione, sia aziendale sia individuale, anche per attività formative previste obbligatoriamente dalle normative vigenti. Le richieste aziendali, hanno un massimale che varia in base al numero di allievi coinvolti.

- Rimborso al 50% fino ad un massimo di 400 euro del costo di elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) previsto dal D. 81/08 o i costi sostenuti con gli enti certificatori per l'audit di verifica e/o di mantenimento delle certificazioni Uni Iso.

- L'Ente Bilaterale Veneto F.V.G. ha istituito un fondo per l'assistenza sanitaria integrativa che rimborsa al 50% tutte le visite mediche aziendali sostenute dalle imprese per i propri dipendenti in conformità alle vigenti normative sul lavoro e sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

31/10/17

LE OPPORTUNITA' DA NON PERDERE. 

GEVOLAZIONI PER L’ACQUISTO DI SERVIZI A SUPPORTO DELL’INTERNAZIONALIZZAZIONE
Stanziati 1.650.000 € per le PMI che hanno almeno un’unità operativa attiva in Veneto, che investono sull'acquisto di servizi di consulenza sui seguenti temi: pianificazione promozionale, strategica, supporto normativo e contrattuale, affiancamento specialistico.
Domande a partire dal 13 dicembre 2017 fino al raggiungimento delle disponibilità finanziarie previste dal bando.

AGEVOLAZIONI PER L’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA, STRATEGICA, ORGANIZZATIVA E COMMERCIALE DELLE PMI
Stanziati 4.000.000 € per le PMI che hanno almeno un’unità operativa attiva in Veneto, che investono sull'acquisto di servizi di consulenza sui seguenti temi: tutela e valorizzazione, percorsi certificativi, progettazione e sperimentazione, innovazione di prodotto, di processo e di design, integrazione aziendale, innovazione del modello di business, servizi di sostegno all'innovazione strategica, upgrading organizzativo, servizi di sostegno all'innovazione organizzativa.
Domande a partire dal 6 dicembre 2017 fino al raggiungimento delle disponibilità finanziarie previste dal bando.

CONTRIBUTI ED AGEVOLAZIONI PER DIGITALIZZARE E INNOVARE I PROCESSI DELLA TUA AZIENDA
Con il nuovo Voucher Digitalizzazione promosso dal Mise, le imprese potranno ricevere fino a 10.000 €, risparmiando, nella misura massima del 50%, le spese ammissibili, per attuare interventi di digitalizzazione dei processi aziendali.
Dal 30 GENNAIO 2018 a partire dalle ore 10.00 e fino alle ore 17.00 del 9 FEBBRAIO 2018 puoi inviare la domanda di finanziamento.
Potrai compilare la domanda on-line compilazione della domanda, a partire dalle ore 10.00 del 15 gennaio 2018.
Potranno benificiarne Micro, piccole e medie imprese (MPMI) con sede legale e/o unità locale attiva sul territorio nazionale ed essere iscritte al Registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente, che non abbiano ricevuto altri contributi pubblici per le spese oggetto della concessione del Voucher.
Le agevolazioni sono concesse sulla base del Regolamento UE 1407/2013 (“de minimis”) ed erogate nella forma di voucher, non superiore ad euro 10.000 (diecimila), in percentuale pari al 50% delle spese ammissibili.

LED TECHNOLOGY & SMART HOUSE - Living Eco-LogicoQuali sono le maggiori innovazioni in campo architettonico, illuminotecnico ed impiantistico, nell'ottica green&smart per la casa? Esistono strumenti per finanziare l'adozione di tali innovazioni?Venerdì 12 gennaio 2018, ore 14.00 c/o Apindustria Venezia (via Torino 63 Mestre) si parlerà di: - Lighting & LED Technology: un progetto per trovare soluzioni innovative.- Strumenti di finanziamento per l'innovazione green e l'efficientamento energetico.- Smart Lighting: creare ed innovare per costruire assieme il futuro dell'illuminazione.

31/10/17

BANDO DI FINANZIAMENTO REGIONE VENETO.

REGIONE VENETO POR FESR 2014/2020: EFFICIENZA ENERGETICA E TUTELA AMBIENTALE
La Regione VENETO ha approvato il nuovo bando a valere sul POR FESR 2014/2020 Azione 4.2.1 dedicato a finanziare progetti di EFFICIENZA ENERGETICA e TUTELA AMBIENTALE delle PMI con sede operativa nel Veneto (DGR n.1630 del 12 ottobre 2017).
 
Gli investimenti ammissibili riguardano l'acquisto di macchinari e impianti ad alta efficienza energetica, hardware e software connessi agli impianti, opere murarie ed impiantistiche, spese per diagnosi energetiche e per certificazioni ambientali ed energetiche per un valore complessivo di almeno 80.000 (ottantamila) euro.
 
Il contributo a fondo perduto è pari al 30% delle spese ammissibili.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 02 novembre 2017 e fino al 09 gennaio 2018.

Contattaci per richiederci informazioni

 

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER NUOVE IMPRESE.

Con la delibera della Giunta Regionale n.1584 del 03 ottobre 2017, la Regione Veneto stanzia 4,5 milioni di euro per sostenere lo sviluppo di nuove imprese.
 
Cosa si intende per nuove imprese? PMI e loro Consorzi, regolarmente iscritte al Registro delle Imprese da non più di 12 mesi alla data di apertura dei termini per la presentazione della domanda (30 ottobre 2017).
Professionisti non costituiti in società regolarmente iscritte al Registro Imprese, iscritti agli ordini professionali, oppure aderenti alle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico (legge 14 gennaio 2013, n. 4) ed essere in possesso dell’attestazione rilasciata ai sensi della medesima legge n. 4 del 2013, con attività professionale iniziata da non più di 12 mesi alla data di apertura dei termini per la presentazione della domanda (30 ottobre 2017).
 
L’agevolazione sarà pari al 50% delle spese rendicontate nella forma di contributo a fondo perduto:
 - nel limite massimo di euro 75.000,00 corrispondenti ad una spesa rendicontata ammissibile pari o superiore ad euro 150.000,00;
 - nel limite minimo di euro 10.000,00 corrispondenti ad una spesa rendicontata ammissibile pari ad euro 20.000,00.

 

Le spese ammissibili, partendo da un minimo di 20.000 euro, sono relative l'acquisto di beni materiali e immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:
- macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica comprese le spese di trasporto e installazione;
- spese di progettazione, direzioni lavori e collaudo connesse alle opere edili/murarie;
- spese notarili di costituzione della società o dell’associazione di professionisti;
- mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, ad esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture;
- consulenze specialistiche finalizzate all'accompagnamento/tutoraggio del beneficiario nella fase di realizzazione del progetto imprenditoriale ammesso all'agevolazione;
- opere edili/murarie e di impiantistica;
- programmi informatici.
NON SONO AMMISSIBILI I PROGETTI PORTATI MATERIALMENTE A TERMINE O COMPLETAMENTE ATTUATI PRIMA DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA A PRESCINDERE CHE TUTTI I RELATIVI PAGAMENTI SIANO STATI EFFETTUATI.
 
Vuoi presentare domanda?
Le domande potranno essere inoltrate alla Regione via PEC a partire dalle ore 10.00 del 30 OTTOBRE 2017, fino alle ore 18.00 del 16 NOVEMBRE 2017.

Contattaci per richiederci informazioni

SOLUZIONI FINANZIATE PER LA RISTRUTTURAZIONE E RIQUALIFICAZIONE.

Soluzioni finanziate per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica di vecchi edifici e immobili privati o della Pubblica Amministrazione. Attraverso l’applicazione della normativa vigente abbiamo la possibilità di coordinare e realizzare interventi per rinnovare i vecchi impianti e, ove possibile, isolare gli involucri degli edifici. In molti ambiti tali interventi sarebbero di difficile attuazione a causa della loro complessità e dei costi elevati.
 
Con un'attenta analisi delle opportunità in ambito di gestione dei Titoli di Efficienza Energetica, c'è la possibilità di valutare le varie forme di incentivazione esistenti ed il coinvolgimento di figure accreditate dall'Autorità per l'Energia ad operare in tale direzione effettuando investimenti finanziari mirati. Ciò consente la possibilità di intervenire in maniera definitiva su edifici obsoleti, adeguandoli alle esigenze energetiche richieste dalla normativa, senza dover sostenere costi proibitivi. Nella maggior parte dei casi il valore degli edifici aumenta contestualmente al miglioramento della classe energetica.

Partner ufficiale: Satec formazione srl
Contattaci per richiederci informazioni

18/10/17

CONTRIBUTI PER LE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO DI MERCI

In attuazione dell’art. 1 co. 150-151 della L. 23.12.2014 n. 190 (legge di stabilità 2015) e del DM29.4.2015 n. 130, con il DM 20.6.2017 e il DM 17.7.2017, pubblicati sulla G.U. 1.8.2017 n. 178,sono state stabilite le modalità operative per l’erogazione di contributi finanziari:
- alle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi; 
- per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare, per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale, nonché per favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore. In particolare, sono previste importanti risorse del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (pari a 35.950.177,00 euro) a favore delle imprese di autotrasporto merci, di qualsiasi dimensione che provvederanno, tra l’altro, all’acquisto di veicoli a gas naturale o metano e di semirimorchi per il trasporto combinato strada-rotaia/strada-mare. Il contributo massimo concesso ad ogni impresa sarà di Euro 700.000,00.


Possono beneficiare dei contributi in esame le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, ovvero le relative aggregazioni sotto forma di società cooperative o consorzi:
- attive sul territorio italiano;
- iscritte al Registro Elettronico Nazionale istituito dal regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio 21.10.2009 n. 1071 e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi.

 

Le domande di contributo devono essere presentate:
- al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, esclusivamente in via telematica, sottoscritte con firma digitale dal rappresentante legale dell’impresa, del consorzio o della cooperativa richiedente, seguendo le specifiche modalità pubblicate sul relativo sito Internet (www.mit.gov.it), nella sezione “Autotrasporto - Contributi ed Incentivi”;
- in particolare, le domande devono essere presentate tramite il “Portaledell’Automobilista” (www.ilportaledellautomobilista.it), previa registrazione e rilascio delle credenziali di accesso (user ID e password);
- successivamente al perfezionamento dell’investimento (effettuati dal 2.8.2017 e ultimati entro il 15.4.2018), a partire dal 18.9.2017 ed entro il termine perentorio del15.4.2018.

FORMAZIONE FINANZIATA PER LIBERI PROFESSIONISTI

Con la DGR 687/17 la Regione Veneto mette a disposizione risorse per 20.000.000,00€ e apre 4 sportelli per permettere alle aziende venete di presentare progetti a valere su “Impresa Inn-FORMATA: nuovo bando per le aziende venete”

 

ATTIVITA’ FINANZIATE: Formazione e Consulenza destinate a dipendenti, titolari e liberi professionisti, finalizzate a:
• Promuovere lo sviluppo di conoscenze e competenze ad alto contenuto tecnico e/o manageriale attraverso l’utilizzo di smart tools in grado di aumentare il livello di qualificazione del personale delle imprese;
• Favorire una contaminazione dei saperi professionali all’interno dell’impresa e con l’esterno;
• Accompagnare i processi di riorganizzazione a fronte di nuovi investimenti tecnologici e l’introduzione di innovazioni di prodotto/processo;
• Sostenere approcci e strategie innovative di sviluppo aziendale per promuovere un’occupazione stabile e favorire la permanenza al lavoro.

 

CONTENUTI DEL PROGETTO: I progetti devono afferire ad una sola delle seguenti tematiche:
1. Innovazione e diversificazione (si deve acquistare Know-How utilizzando FESR)
2. Lean Production (non solo production)
3. Decluttering (ottimizzazione spazio, tempo, processi; aumentare la soddisfazione di collaboratori, clienti e fornitori; favorire la velocità dei processi) – (si deve prevedere l’intervento “Osservatore in incognito”)
4. Marketing e Comunicazione
5. Internazionalizzazione (obbligo di formazione linguistica, mobilità formativa, mobilità estera e seminario internazionale)
6. Digital Strategy e Trasformation (Digital, Cloud, IoT, APP, Big Data, 4.0, …) – (si devono prevedere le spese FESR per acquisto KH)
7. Soft Skills (solo formazione OUTDOOR)
8. Green e Blue Economy
9. Servizi alle Imprese (solo per studi professionali, lavoratori autonomi e liberi professionisti)

04/09/17

MODELLO OT24 PER IL 2018: COME CHIEDERE LA RIDUZIONE DEL TASSO INAIL

Disponibile il modello OT24 per il 2018 che i datori di lavoro possono utilizzare per chiedere la riduzione del tasso medio di tariffa INAIL dopo il primo biennio di attività. Per ottenere lo sconto dei premi assicurativi l’azienda deve adottare, entro il 31 dicembre 2017, interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro. Il modello deve essere inviato telematicamente entro il termine del 28 febbraio 2018. Solo in caso di provato malfunzionamento del servizio online INAIL a ridosso della scadenza, è possibile effettuare la trasmissione tramite PEC. Quali le novità del modello?

L’INAIL ha pubblicato, sul proprio portale internet www.inail.it, il nuovo modello OT24 per ottenere la riduzione del tasso 2018 prevista per i datori di lavoro che adottano misure di prevenzione ed igiene sul lavoro. Le misure da adottare entro il 31 dicembre 2017 devono essere migliorative rispetto a quelle minime previste dal DLgs. 81/2008.
Gli interventi effettuati dovranno essere provati attraverso la trasmissione della documentazione probatoria indicata nel modello e nelle istruzioni per la sua compilazione. Anche il modello 2018 contiene l’autocertificazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, relativa all’adozione delle misure minime ed all’attuazione dei miglioramenti nell’anno 2017.

Scarica il modello e scopri le novità per il 2018. Pianifichiamo insieme gli adempimenti per la riduzione del tasso Inail.

19/08/17

CONTRIBUTI PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE DELL’AUTOTRASPORTO

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 agosto 2017, il decreto 7 luglio 2017 contenente le modalità operative per l’erogazione dei contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto per l’annualità 2017. Possono beneficiare dei contributi in argomento, nonché delle azioni di formazione professionale previste, le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, a condizione che i titolari, soci, amministratori, nonché dipendenti o addetti (inquadrati nel contratto collettivo nazionale logistica, trasporto e spedizioni), prendono parte ad iniziative di formazione o aggiornamento professionale, generale o specifico, finalizzate: i) all’acquisizione di competenze adeguate alla gestione d’impresa ed alle nuove tecnologie; ii) allo sviluppo della competitività; iii) all’innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro. Per accedere ai contributi per le nuove azioni di formazione professionale, le domande devono essere presentate dal 25 settembre 2017 ed entro i termine perentorio del 27 ottobre 2017, in via telematica. Le specifiche modalità per l’invio delle domande saranno pubblicate dall’11 settembre 2017, sul sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, nella sezione Autotrasporto merci - Documentazione - Autotrasporto contributi ed incentivi. 

Non rientrano tra le iniziative agevolabili, invece:
- i corsi di formazione finalizzati all’accesso alla professione di autotrasportatore e all’acquisizione o al rinnovo di titoli richiesti obbligatoriamente per l’esercizio di una determinata attività di autotrasporto;
- l’attività formativa necessaria alle imprese per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione. 

Consigliamo tutti i clienti che vogliano attivare la riduzione INAIL con il modello OT24, di affrettarsi per poter richiedere questo finanziamento per le attività di formazione previste (guida sicura, prevenzione disturbi muscolo scheletrici, prevenzione all'uso di sostanze psicotrope e alcool).

25/07/17

MODULO DI DOMANDA PER RIDUZIONE DEL TASSO MEDIO INAIL - ANNO 2018

L’art. 24 delle Modalità per l’applicazione delle Tariffe emanate con d.m. 12.12.2000, come modificato, da ultimo, dal d.m. del 3.3.2015, prevede l’applicazione da parte dell’Inail di una riduzione del tasso medio di tariffa alle aziende che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia.
L’Inail predefinisce gli interventi che sono considerati validi ai fini della concessione del beneficio in ragione della loro valenza prevenzionale e, per ciascun intervento, individua la documentazione probante l’attuazione degli stessi.
Per accedere alla riduzione, l’azienda che ha realizzato tali interventi migliorativi deve presentare un’apposita istanza (Modulo OT24) unitamente alla documentazione probante richiesta dall’Istituto. Ad ogni intervento è attribuito un punteggio. Per poter accedere alla riduzione del tasso medio di tariffa è necessario aver effettuato interventi tali che la somma dei loro punteggi sia pari almeno a 100.

La scadenza per la presentazione della domanda è a Febbraio 2018: per questo motivo è importante programmare gli interventi nei mesi Settembre-Dicembre 2017.
Il prerequisito per poter effettuare la domanda è l'osservanza delle norme minime in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro. Sul sito web Inail – www.inail.it – è presente un questionario di autovalutazione per verificare il livello di conformità alle principali norme inerenti alla tutela della
salute e sicurezza sul lavoro.

Contattateci per:
- verificare il prerequisito
- valutare se gli interventi che avete già attivato rientrano tra quelli previsti dall'Inail
- programmare eventuali interventi per poter raggiungere il punteggio minimo
- la compilazione della domanda!

Approfondimenti: Il modulo di domanda OT24 2018.

06/06/17

AGEVOLAZIONI FINALIZZATE ALL'EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E TUTELA AMBIENTALE

Scadenza: 31 luglio 2017
Dotazione finanziaria: euro 12.000.000,00
Soggetti ammissibili: sono ammesse alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese (PMI), regolarmente iscritte al Registro Imprese, che esercitano un’attività economica con codice ISTAT ATECO 2007 primario e/o secondario nei settori indicati nell’Allegato B alla D.G.R. nr.771 del 29/05/2017; e che abbiano superato la Fase 1 in seguito descritta.
Interventi ammissibili: progetti che si articolano nelle tre fasi
- valutazione ante intervento del fabbisogno energetico annuo complessivo dell'unità operativa oggetto del progetto e individuazione delle opportunità di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni di gas climalteranti attraverso diagnosi energetica;
- elaborazione e sviluppo di progetti di efficientamento energetico e riduzione delle emissioni di gas climalteranti, o progetti di autoconsumo da fonti rinnovabili;
- valutazione post intervento di raggiungimento dell’obiettivo di progetto.
Agevolazione: l’agevolazione, nella forma del contributo a fondo perduto a valere sul regime de minimis, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile

- nel limite massimo di euro 150.000,00 corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari o superiore a euro 500.000,00;
- nel limite minimo di euro 30.000,00 corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a euro 100.000,00.
Non sono ammesse domande di partecipazione i cui progetti comportano spese ritenute ammissibili per un importo inferiore a euro 100.000,00.

Contattaci per maggiori informazioni.

29/05/17

AVVISO 3/2017 FONDIMPRESA: CONTRIBUTI AGGIUNTIVI

Con l'avviso 3/2017, Fondimpresa finanzia la formazione nelle PMI e GI, con contributi aggiuntivi correlati al numero di dipendenti e quindi al maturando.

Possono partecipare le aziende iscritte al fondo:
- Interessate a svolgere formazione a catalogo anche per conformare le imprese alla normativa obbligatoria in materia di formazione/sicurezza sul lavoro
- Trattandosi di iscrizione a catalogo non è previsto un numero minimo di allievi per ciascuna azienda: è quindi possibile attivare il piano aziendale anche per un solo allievo
Le risorse a disposizione ammontano a 6.000.000,00€, consigliamo caldamente di contattarci quanto prima per verificare la fattibilità e predisporre il preventivo finanziario del piano formativo. 

Contattaci per programmare la tua formazione

16/05/17

AVVISO 2/2017 FONDIMPRESA – FORMAZIONE NELLE PMI DI MINORI DIMENSIONI

Il Piano Formativo può riguardare tutte le tematiche formative con esclusione delle attività formative organizzate per conformare le imprese alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione.
Aziende che possono presentare la domanda:
1. Adesione a Fondimpresa già efficiente, fa fede la trasmissione dei dati comunicati dall’INPS a Fondimpresa per via telematica. L’adesione deve permanere almeno fino alla rendicontazione del piano formativo.
2. Presenza di un saldo attivo – importo maggiore di zero – non sono considerati gli importi dei versamenti “maturandi”.
3. Possesso delle credenziali
4. Aver maturato sul proprio conto formazione un accantonamento medio annuo lordo non superiore a € 10.000,00
5. Appartenenza alla categoria comunitaria PMI
6. Non aver presentato dopo il 31 dicembre 2015 alcun piano su Avvisi di Fondimpresa per la concessione di contributi aggiuntivi, eccetto l’Avviso 4/2016 (Neo assunti).
Caratteristiche del progetto
1. Partecipazione al piano di almeno 5 lavoratori per un minimo di 12 ore procapite. Tale requisito deve sussistere sia a preventivo sia a consuntivo.
2. Non possono partecipare al presente avviso lavoratori in cassa integrazione, contratti di solidarietà, collaboratori a progetto.
3. La domanda può essere presentata dalle ore 09.00 del 08 giugno fino alle ore 13.00 del 20 OTTOBRE 2017.

Contattaci per pianificare il tuo progetto formativo finanziato

Scopri le altre opportunità per la formazione finanziata

15/03/17

NUOVO BANDO INAIL – ISI 2016 CONTRIBUTI FINO A 130.000€
INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI

IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

TIPOLOGIE DI PROGETTI FINANZIABILI    
1.  Progetti d’investimento (ristrutturazioni, macchinari, dispositivi per attività in ambienti confinati, sistemi di ancoraggio anti-caduta, impianti elettrici, impianti di aspirazione, immissione forzata dell’aria e/o trattamento delle acque reflue)
2.  Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
3.  Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (actinolite, grunerite, antofillite, crisotilo, crocidolite, tremolite)
4.  Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (ristrutturazioni e relativi impianti, acquisto di attrezzature di lavoro)

N.B.: le spese devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 5 giugno 2017.

CARATTERISTICHE DEI SOGGETTI BENEFICIARI. Per i progetti di tipologia 1, 2 e 3 sono beneficiarie le imprese, anche individuali, ubicate sul territorio nazionale, iscritte alla CCIAA, non appartenenti ai settori di cui ai progetti di tipologia 4.
Per i progetti di tipologia 4 sono beneficiarie le Micro e le Piccole imprese, anche individuali, che svolgono attività classificate con uno dei seguenti codici ATECO 2007: 56.10.11, 56.10.12, 56.10.20, 56.10.30, 56.10.41, 56.10.42, 56.10.50, 56.21.00, 56.29.10, 56.29.20, 56.30.00, 47.11.40, 47.29.90
Sono escluse le Micro e Piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, alle quali è riservato lo specifico Avviso Pubblico ISI-Agricoltura 2016.
Sono escluse anche le imprese che abbiano ottenuto il provvedimento di ammissione al finanziamento per uno degli Avvisi pubblici ISI 2013, 2014 e 2015 o per il Bando FIPIT 2014.

 

FORMA E INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO. Le agevolazioni, sotto forma di contributo in conto capitale, sono concesse ai sensi e nei limiti del Regolamento “de minimis”, nella misura del 65% delle spese ammesse.

 

SOGLIE DI AMMISSIBILITÀ. Per i progetti delle tipologie 1, 2 e 3: minimo € 5.000, massimo € 130.000 di contributo. Per i progetti della tipologia 4: minimo € 2.000, massimo € 50.000 di contributo.

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE. Compilazione delle domande: dal 19 aprile al 5 giugno 2017. Date e orari di apertura e chiusura dello sportello per l’invio delle domande (Click Day) saranno pubblicate sul sito dell’INAIL a partire dal 12 giugno 2017.

 

MODALITÀ VALUTATIVA. A sportello, con graduatoria in ordine cronologico di presentazione delle domande (Click Day).

 

Contattaci per dettagli e approfondimenti.

124 MILIONI DI EURO IN AGEVOLAZIONI PER IL RILANCIO DI AREE DI CRISI INDUSTRIALE

La Legge 181/89 prevede delle misure agevolative a favore delle imprese localizzate nelle aree di crisi industriale complessa, cioè specifici territori in recessione economica e con problemi occupazionali di rilevanza nazionale, e nelle aree di crisi industriale non complessa, sulla base delle proposte avanzate dalle Regioni.

In entrambi i casi le agevolazioni sono destinate a programmi di investimento produttivo, per la tutela ambientale, il turismo e in misura ridotta (fino al 20% dell'investimento) a progetti di innovazione organizzativa, proposti da imprese costituite in forma di società di capitali, comprese le società cooperative e le società consortili...

Per la Regione Veneto e il Friuli Venezia Giulia è prevista l’operatività della azione per le aree di crisi non complessa per i seguenti comuni: VEDI LA LISTA.

Scopri di più

Contattaci per avere maggiori informazioni e fare un'analisi più approfondita.

334.9671275 - sicurezza@formazionearmonia.com

10/01/17

Avviso pubblico ISI 2016 - finanziamenti alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Il contributo in conto capitale è pari al 65% dell'investimento previsto per ciascun progetto, al netto dell'Iva, fino a un massimo di 130mila euro - 50mila euro nel caso dei progetti che rientrano nel nuovo asse di finanziamento per le micro e piccole imprese - e sarà erogato dopo il superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto. 

A partire dal 19 aprile le aziende interessate avranno tempo fino alle ore 18 del 5 giugno 2017 per inserire e salvare la propria domanda attraverso la sezione "accedi ai servizi online" del sito Inail, dove sarà possibile anche effettuare simulazioni relative al progetto da presentare e verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità. 

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto:
- Progetti di investimento
- Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
- Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
- Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

Ogni impresa potrà presentare un solo progetto per una sola unità produttiva, riguardante una sola tipologia tra le quattro finanziabili.

Contattaci per maggiori informazioni.

Scopri anche:

- agevolazioni alle imprese del turismo per investimenti innovativi 

05/12/16

FONDIMPRESA. Avviso 4/2016 Formazione neoassunti disoccupati/inoccupati da assumere.  Con l’Avviso 4/2016 e nell’ambito delle iniziative di politiche attive del lavoro, Fondimpresa ha stanziato 15.000.000,00 di euro per la realizzazione di Piani formativi condivisi rivolti alla formazione di dipendenti neoassunti in imprese aderenti o di disoccupati o inoccupati da assumere nelle imprese aderenti al termine del percorso formativo, comprese le persone richiedenti asilo.

Il contributo aggiuntivo è concesso ai piani presentati sul “Conto Formazione” dalle ore 9:00 del 16 gennaio 2017 fino al 30 giugno 2017. I Piani formativi finanziati possono essere sia aziendali sia interaziendali e riguardare anche ambiti multi regionali per le imprese di ogni dimensione (micro, piccole, medie e grandi), purché con un saldo attivo sul conto formazione.

Principali caratteristiche:
– il piano deve prevedere almeno 40 ore di formazione per ciascun partecipante
– assenza di dipendenti che beneficiano di ammortizzatori sociali per le medesime posizioni lavorative assunte dai partecipanti assunti al termine del piano formativo
– la formazione può riguardare tutte le modalità e le tematiche formative, con esclusione delle attività formative organizzate per conformare le imprese alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione e delle ore di formazione che comportano lo svolgimento di attività produttive

Destinatari: la partecipazione è riservata esclusivamente alle seguenti tipologie di destinatari, anche in forma congiunta
a) lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato da non più di 6 mesi alla data di presentazione del Piano a Fondimpresa;
b) disoccupati o inoccupati che l’azienda aderente intende assumere con contratto a tempo indeterminato a conclusione del Piano, comprese le persone richiedenti asilo alle condizioni previste dalla normativa vigente.
Non possono essere destinatari del Piano altre tipologie di lavoratori dipendenti dell’azienda titolare del Piano.

05/10/16

Contributo a fondo perduto. L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto pari al 50% dell’ammontare delle spese ammissibili:
a) nel limite minimo di euro 7.500,00 (settemilacinquecento/00), corrispondente ad una spesa rendicontata ammissibile pari ad euro 15.000,00 (quindicimila/00);
b) nel limite massimo di euro 50.000,00 (cinquantamila/00), corrispondente ad una spesa rendicontata ammissibile pari ad euro 100.000,00 (centomila/00).

 

Soggetti ammissibili. Possono presentare domanda di ammissione al Bando:
a) le Piccole e Medie Imprese (PMI) 
b) essere costituite e regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (C.C.I.A.A.) territorialmente competente, da più di 12 mesi
c) non essere iscritta nella Sezione speciale del Registro delle Imprese dedicata alle start-up innovative;
d) esercitare un’attività economica classificata con Codice Ateco 2007 prevalente nei settori:
• G “Commercio all’ingrosso e al dettaglio”;
• I 56 “Attività dei servizi di ristorazione;
e) avere l’unità operativa dell’investimento nel territorio della Regione del Veneto
f) avere capacità amministrativa, operativa e finanziaria necessaria per la realizzazione dei progetti sostenuti dal presente Bando
g) essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposti a procedure concorsuali in corso o antecedenti
h) non presentare le caratteristiche di “impresa in difficoltà”
i) essere in regola con le norme dell’ordinamento giuridico italiano in materia previdenziale, assistenziale e assicurativa (nei confronti di INPS, INAIL), di sicurezza sui luoghi di lavoro, di contratti collettivi di lavoro, di inserimento dei disabili, di pari opportunità tra uomo e donna, edilizia, urbanistica e di tutela ambientale 

 

Interventi ammissibili. Sono ammissibili gli interventi relativi a progetti che introducono innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ammodernamento di macchinari ed impianti e accompagnamento ai processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale:
- macchinari, impianti produttivi, attrezzature, arredi e sistemi di sicurezza
- brevetti, know-how, diritti di licenza, hardware e software
- opere di impiantistica, compresi interventi di sostenibilità energetica e ambientale
- mezzi di trasporto ad esclusivo uso aziendale 

Gli interventi devono concludersi entro il termine perentorio di 12 mesi dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione delle agevolazioni.
 
La domanda, corredata della documentazione di cui al comma 10.8, può essere presentata a partire dalle ore 10.00 di mercoledì 19 ottobre 2016 fino alle ore 18.00 di mercoledì 26 ottobre 2016.

Per altri settori: sono ammissibili le spese relative all’acquisto, o l’acquisizione nel caso di operazioni di leasing finanziario, di beni tangibili, di beni intangibili e per il sostegno all’accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale rientranti nelle seguenti voci: a) macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale nuovi di fabbrica; b) opere edili/murarie, ricadenti negli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria; c) programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa, brevetti e know-how; d) consulenze specialistiche; e) spese per il rilascio, da parte di organismi accreditati da Accredia in conformità alle norme UNI EN ISO 14001:2004 e/o UNI ISO 14040:2006 e UNI ISO 14044:2006
http://www.armoniaservizi.com/finanziamenti-e-agevolazioni

29/09/16

Domanda riduzione tasso INAIL 2017. L’art. 24 delle Modalità per l’applicazione delle Tariffe emanate con D.M. 12.12.2000, come modificato, da ultimo, dal Decreto Ministeriale del 3 marzo 2015, prevede che l’INAIL può applicare una riduzione del tasso medio di tariffa alle aziende che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia.
La riduzione del tasso medio di tariffa è determinata in relazione al numero dei lavoratori anno del periodo, fino ad un massimo del 28% per aziende fino a 10 lavoratori.
Per ottenere la riduzione l’azienda deve presentare apposita istanza (Modello OT24) fornendo tutti gli elementi, le notizie e le indicazioni definiti a tal fine dall’INAIL.
Sul modello di domanda la ditta indica gli interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia, che ha attuato nell’anno solare precedente quello di presentazione della domanda.
Ad ogni intervento è attribuito un punteggio. Per poter accedere alla riduzione del tasso medio di tariffa è necessario aver effettuato interventi tali che la somma dei loro punteggi sia pari almeno a 100. 

Gli interventi che Armonia vi consiglia:

- elaborazione del piano d'emergenza (per aziende fino a 10 lavoratori) ed effettuazione prova di evacuazione
- raccolta e analisi dei quasi infortuni
- interventi formativi per la prevenzione dell'uso di sostanze psicotrope o stupefacenti o dell'abuso di alcol
- interventi formativi per la prevenzione dei disturbi muscolo scheletrici
- corso di guida sicura per personale che usi veicoli a motore
 

Scarica la domanda e pianifichiamo insieme i vostri interventi.

06/04/16

Contributi per investimenti per imprese di Treviso. Contributi a fondo perduto alle piccole e medie imprese di Treviso per l’avvio di progetti di innovazione. La Camera di Commercio di Treviso rinnova anche per il 2016 il bando che mette a disposizione risorse per favorire l’innovazione delle imprese. Saranno erogati 500mila euro di contributi alle piccole e medie imprese per supportare l’avvio di investimenti. Possono essere erogati incentivi fino a un massimo di 15mila euro per impresa a fronte di un investimento minimo pari a 6mila euro.Le domande possono essere inviate dall’11 al 22 aprile 2016, come indicato sul sito della Camera di Commercio di Treviso.

I contributi a fondo perduto potranno essere utilizzati per:

- macchinari, impianti e attrezzature ad uso produttivo;

- hardware, software e tecnologie digitali strettamente correlati all’esercizio dell’attività diproduzione dei beni e servizi d’impresa,

Le attrezzature devono essere nuove e tecnologicamente avanzate, in grado di potenziare il livello di efficienza delle attività dell’impresa.

Approfondisci e leggi i criteri di ammissione delle domande.

 

10/01/16

Apre il bando ISI INAIL 2015: incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro. L'iniziativa è dedicata alle imprese, anche individuali, con unità produttiva nel territorio regionale, in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi, che non abbia già richiesto o ricevuto altri contributi pubblici sul progetto oggetto della domanda.Le risorse per la Regione Veneto e Friuli Venezia Giulia sono dedicate per:- i progetti di investimento volti al miglramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori (ristrutturazione o modifica ambienti di lavoro; acquisto di macchine; acquisto di dispositivi per lo svolgimenti di attività in ambienti confinati; installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici);- progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (SGSL; ...);- progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 05/05/16. Le domande possono essere presentate dal 01/03/16. Per saperne di più contattaci su armoniaservizi@gmail.com o clicca qui.

 

10/11/15

Apre il bando "beni strumentali 2015" di 500mila € per le PMI. L'iniziativa è dedicata alle PMI con sede a Venezia e Rovigo che potranno presentare la domanda tra il 16 novembre e il 10 dicembre 2015.
Il fondo di 500 mila euro viene stanziato dalla Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare. Il contributo concedibile sarà pari al 30% delle spese ammissibili, fino ad un massimo € 10.000,00.
Le spese ammissibili sono relative all’acquisto di impianti, macchinari, beni strumentali d’impresa e attrezzature/arredi ad uso produttivo, nonché hardware, software e tecnologie digitali, strettamente funzionali all’attività esercitata presso la sede legale o unità locale adibita allo svolgimento effettivo dell’attività di impresa.
Le domande potranno essere presentate attraverso la piattaforma Webtelemaco di Infocamere.

Per saperne di più.

 

01/09/15

Tax Credit. Da martedì 15 settembre gli alberghi hanno la possibilità chiedere il tax credit, credito d’imposta del 30% per la riqualificazione della struttura previsto dal Decreto Cultura del 2014, che prevede una serie di incentivi alle imprese del turismo: si tratta di una sorta di domanda preliminare, che si può presentare fino al 9 ottobre. E’ destinato ad alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, eventuali altre strutture alberghiere individuate da regolamenti regionali, già esistenti alla data del primo gennaio 2012. Per strutture alberghiere si intendono . Le spese devono essere sostenute dal primo gennaio 2014 al 31 dicembre 2016. Sono ammissibili le seguenti spese e interventi.

- Riqualificazione edilizia: manutenzione straordinaria (articolo 3, comma 1, lettera b, Dpr 380/2001), quindi modifiche alle parti anche strutturali degli edifici, ai servizi igienico sanitari, frazionamento o accorpamento unità immobiliari.
- Eliminazione barriere architettoniche.
- Incremento efficienza energetica.
- Acquisto mobili e componenti d’arredo destinati esclusivamente alla struttura alberghiera.
Le spese devono essere certificate da attestazione di un soggetto autorizzato (presidente del collegio sindacale, revisore legale, commercialista, perito commerciale, consulente del lavoro centro assistenza fiscale), mentre non c’è bisogno di allegare alla domanda la documentazione contabile.

 

28/04/15

Riduzione premio INAIL.  E' approvata la determinazione del Presidente dell'Inail n. 327 del 3 novembre 2014 che fissa, per l'anno 2015, al 15,38% la misura della riduzione percentuale dell'importo dei premi e contributi dovuti  per l'assicurazione  contro  gli  infortuni  sul  lavoro  e  le  malattie professionali, prevista  dall'art.  1,  comma  128,  della  legge  27 dicembre 2013, n. 147, da applicare per tutte le tipologie di premi e contributi destinatari della riduzione. Clicca qui per leggere il testo completo.

OT24. INAIL applica inoltre al datore di lavoro che sia in regola con le disposizioni in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro e con gli adempimenti contributivi ed assicurativi, una riduzione del tasso medio di tariffa in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori-anno. La riduzione sarà del 28% per le aziende fino a 10 lavoratori-anno, del 18% da11a 50, del 10% da 51 a 200 e del 5% per una quota di lavoratori superiore. La riduzione sarà adottata a condizione che il datore di lavoro, nell’anno precedente a quello della domanda, abbia adottato “interventi migliorativi in materia di igiene, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ulteriori rispetto alle prescrizioni della normativa vigente”.
Il riconoscimento del beneficio avrà effetto per l’anno della presentazione della domanda e sarà applicata in sede di regolazione del premio assicurativo dovuto per lo stesso anno. Leggi il decreto ministeriale completo.

 

09/01/15

Pensate a un modello organizzativo? E' il momento giusto di attivarlo: i nuovi incentivi Inail per migliorare la sicurezza sul lavoro. Pubblicato il bando ISI 2014: oltre 260 milioni di euro sono a disposizione per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza. Le domande possono essere inviate dal 3 marzo fino al 7 maggio 2015. Il finanziamento del bando a sportello:

- ammonta a 267.427.404 euro;

- riguarda progetti di investimento e progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;

- consiste in un contributo in conto capitale pari al 65% dei costi sostenuti per la realizzazione del progetto presentato;

- è compreso tra un minimo di 5.000 euro e un massimo di 130.000 euro, ma il limite minimo di contributo non si applica alle imprese fino a 50 lavoratori che presentino progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;

- per i progetti che comportano contributi superiori a 30.000 euro è possibile chiederne un’anticipazione pari al 50% che sarà concessa previa costituzione di garanzia fideiussoria a favore dell‘Inail;

- viene erogato alle imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura.

Clicca qui per leggere il bando completo.
 
 
11/11/14
Formazione finanziata: è davvero semplice richiedere il finanziamento per la formazione da effettuare in materia di sicurezza sul lavoro (per tutte le tipologie di aziende e studi professionali). Moltissime aziende non sanno ancora come fare; chiedici un consiglio gratuito per attivare la formazione finanziata. In base alle vostre esigenze formative, possiamo supportare le aziende nella stesura e predisposizione della documentazione necessaria per l’accesso al finanziamento. Contattaci e programma la tua formazione a metà costo!

Armonia di Marco Inverso

San Donà di Piave, Via Jesolo 17 (VE)

p.iva: 04276950278 - C.F. NVR MRC 83E16H823X

 

La felicità è quando ciò che pensi, 

ciò che dici e ciò che fai sono in armonia.

 

Tutela della privacy: informativa

 

enjoy life & keep a smile